Luigi Pricoli, il trinomio inscindibile: continuità, programma e solidità

Luigi Pricoli a Cassano non ha bisogno di grosse presentazioni. Come si dice dalle nostre parti, Luigi lo conoscono anche le pietre della strada.

 

Dipendente comunale oggi in pensione, Luigi ha sempre mostrato una grande sensibilità verso i bisogni dei soggetti più disagiati. Una sensibilità in parte congenita, in parte maturata in anni di militanza politica in un partito che trova ispirazione nei principi di eguaglianza, libertà e giustizia sociale. Luigi ha deciso di candidarsi e per le prossime elezioni amministrative del 5 giugno, in coerenza con il suo passato, si presenta nella Lista del Partito Socialista Italiano, una delle otto che compongono l’Alleanza Civica Democratica Riformista nata a sostegno del candidato sindaco Gianni Papasso.

Luigi, quando e perché hai deciso di entrare in politica?
In politica ci sono sempre stato ed è stata sempre una mia passione. Non potevo candidarmi prima perché essendo un dipendente comunale, era incompatibile. Oggi sono in pensione, cade l'incompatibilità e do il mio contributo al partito ma soprattutto al mio paese.
Qual è la cosa più bella della politica secondo te?
La cosa più bella è quando la politica è al servizio dei cittadini tutti. Se poi la politica è capace di guardare con occhio attento anche il sociale, diventa sublime.
E la cosa più brutta?
La cosa più brutta secondo me è quando un politico sfrutta la propria carica istituzionale per fini personali, familiari e con il malaffare.

 Se avessi la possibilità di sceglierti una priorità per Cassano, da cosa cominceresti?
Comincerei sicuramente dalla disoccupazione giovanile per cercare di affievolirla almeno un po’ nell'ambito delle proprie possibilità.

 Qual è la prima cosa che diresti per motivare una persona a darti il suo voto?
La prima cosa che direi sarebbe sicuramente la mia appartenenza a un partito che si definisce "il partito dei lavoratori", a seguire la mia coerenza in quando sono in questo partito in pratica da quando ho iniziato a interessarmi alla politica quindi da ragazzo, ma soprattutto l'onestà e la lealtà.

 Per te è più importante il programma o la continuità, la solidità di un'amministrazione?
Continuità, programma e solidità costituiscono un trinomio inscindibile, per forza di cose devono camminare di pari passo. Senza l'unione dei tre, penso che non si possa andare avanti.

 

Come dare torto a Luigi? Programma, continuità e solidità sono le basi sulle quali costruire una buona amministrazione. Bravo Luigi, parti con il piede giusto. In bocca al lupo.

 

Eleonora Gitto

Comitato Elettorale Papasso

 

L'appello al voto di Luigi Pricoli

 

Carissimi concittadini, elettrici ed elettori di Cassano, come ben sapete il 5 giugno si vota per le amministrative. Siamo stati richiamati alle urne con un anno e mezzo di anticipo rispetto alla scadenza naturale per colpa di nove consiglieri comunali che con metodi "carbonari" hanno decretato la fine della consiliatura senza una vera e credibile spiegazione politica. In quest'ottica politica ho deciso di scendere in campo nella lista del mio partito, il Partito Socialista, a sostegno del candidato a sindaco Papasso.

Voglio cimentarmi in questa nuova esperienza, cosciente di avere alle spalle una vasta e ricca esperienza amministrativa che metterò a disposizione del mio partito, ma soprattutto al mio paese nel quale sono nato, cresciuto e messo su famiglia.

Se voi mi darete l'onore di essere eletto, voglio occuparmi delle persone "diversamente" abili, degli anziani, delle persone deboli che soffrono in silenzio senza mai lasciar trasparire nulla senza che nessuno a volte dia loro un sorriso o anche una semplice pacca sulla spalla, in parole povere la politica dell'ascolto, ma soprattutto vorrò essere l'anello di congiunzione tra i cittadini e l'amministrazione comunale. Per fare tutto ciò, considerato che sono candidato nella lista del PSI forte e rappresentativa, mi occorrono 300 voti. IO NON LI HO, MA VOI SÌ.

Se credete nella mia modestissima persona, con un piccolo sforzo ci saremo insieme. Con il vostro consenso e il vostro piacere, io sono pronto a mettermi in gioco per dare il massimo che posso alla mia comunità. Spero che, grazie a voi tutti, il 6 giugno si possa festeggiare tutti insieme la realizzazione di questo mio sogno.

 

Cordialmente
Luigi Pricoli

Scrivi commento

Commenti: 0