Maurizio Falbo, rilanciare il turismo è la chiave del futuro

Maurizio Falbo è un giovane di Cassano che lavora al Minerva Club Resort & Golf. Oggi, e per la prima volta, Maurizio si candida a consigliere comunale per il Comune di Cassano All’Ionio nella lista “Vento del Sud”. La lista è una delle otto che formano l’Alleanza Civica Democratica Riformista, la coalizione che sostiene il candidato sindaco Gianni Papasso.

 

Maurizio parlaci un po’ di te
Ho ventotto anni, vivo a Cassano e da un po' di tempo lavoro nel settore turistico. Per quanto invece riguarda le esperienze politiche, questa tornata elettorale è per me la prima esperienza attiva e in prima persona.
Perché hai scelto di candidarti alla carica di consigliere comunale nella lista di “Vento del Sud” a sostegno del candidato sindaco Gianni Papasso?
Mi sono candidato perché questa volta la motivazione era forte. Voglio che Cassano, Sibari e il suo mare diventino una destinazione turistica d’eccellenza. Sono nella lista di “Vento del Sud” perché credo nei valori e nel modo di fare dell’Associazione. Per quanto concerne l'appoggio al candidato sindaco, credo che Gianni Papasso sia una persona seria, determinata e capace. Credo sia l'unico tra i candidati sindaco di questa tornata elettorale un grado di rilanciare il territorio. Sono sicuro che sarà un sindaco di polso che riuscirà a rendere il Comune più vicino ai cittadini e a tutelare gli interessi e le speranze di tutti”.
Quale potrà essere il tuo contributo a Cassano? Per cosa ti batterai?
Il mio contributo a Cassano Sibari, come dice Gianni Papasso, sarà di adoperarmi per rilanciare il turismo. In questa maniera si creerà sicuramente un nuovo indotto economico.
A Cassano in questo settore c'è qualche lacuna? Secondo te hanno fatto abbastanza le precedenti amministrazioni?
La lacuna principale di Cassano in questo settore è di non essere ancora una vera destinazione turistica. Cassano stenta ad avere un'identità turistica. Eppure questo territorio ha tutte le carte in regola per diventare una destinazione di qualità giacché ha tutto: mare pulito, prodotto tipici locali eccellenti, una gastronomia invidiabile, spiagge dorate, clima temperato, entroterra da scoprire, tradizioni e montagne da esplorare. Con l’amministrazione Gallo il territorio di Sibari, incluso Marina, era ridotto un rottame. L’amministrazione Papasso ha cercato di ridare lustro a Sibari e al suo mare. Ricordo che prima quando mi chiedevano da dove provenivo ed io rispondevo Cassano o Sibari, mi guardavano stranito. Ora in molti conoscono la nostra zona. Sono tanti i turisti che hanno mostrato di gradire i lavori fatti a Marina di Sibari, per esempio. Ma credo che sia ancora tanto da fare.
Ad esempio?
Ci sono gli Scavi di Sibari da rilanciare. Avremmo bisogno di personale più specializzato. Per esempio mancano le guide turistiche con tanto di patentino. Bisogna offrire più servizi per essere più accoglienti.
Tanto più che a chi viene qua è richiesta, come da legge, la tassa di soggiorno. Se non offriamo in cambio i servizi cui i turisti hanno diritto, questa tassa diventa ingiusta. 
Pensi a un turismo solo balneare?
Assolutamente no. Bisogna fare in modo che i turisti arrivino da noi 365 giorni l’anno. D’estate c’è il mare, vero, ma negli altri mesi ci sono gli Scavi, le Grotte di Sant’Angelo, le Terme. Per non parlare del centro storico di Cassano che, opportunamente valorizzato, potrebbe fare da richiamo esattamente come il Santuario della Madonna della Catena, la Basilica e tutte le altre nostre belle e antiche Chiese. Ovviamente per accogliere come si deve chi viene da fuori, bisogna realizzare strutture ricettive adatte.
Perché ti dovrebbero votare?
Perché bisogna fare qualcosa per il paese. Io metto a disposizione l’esperienza maturata nel settore turistico che è sicuramente la chiave del futuro.
Se volessi fare un appello al voto, che cosa diresti?
“Credete in me. Il 5 giugno datemi fiducia, io non vi deluderò”.

Eleonora Gitto
COMITATO PAPASSO SINDACO

Scrivi commento

Commenti: 0