TARI ridotta per le case del Monte di Castrovillari: accolta la petizione di Antonino Mungo

Il Comune di Castrovillari ha accolto la Petizione presentata nel 2014 dal Dottore Commercialista Antonino Mungo, ex assessore al bilancio dell’amministrazione uscente guidata da Gianni Papasso e oggi candidato consigliere nella lista del Partito Democratico, una delle otto che formano l’Alleanza Civica Democratica Riformista.

 

Il fatto. Nel 2014 il Commissario Prefettizio di Castrovillari, senza fare alcuna verifica e /o valutazione politica, decise di inviare la notifica di avviso di accertamento - che per legge deve precedere la cartella di pagamento della Tari - a tutti i proprietari degli immobili della località Monte afferente al Comune di Castrovillari. E giacché sono molti cassanesi che possiedono case stagionali o rurali che ricadono nel territorio di Castrovillari, la decisione del Commissario preoccupò non solo i diretti interessati ma anche gli amministratori di allora sempre attenti a non far gravare sui cittadini di Cassano più oneri del dovuto. Pagare questa tassa sarebbe stato eccessivo e iniquo tanto più che fino allora le case stagionali e quelle rurali non erano mai state soggetto al pagamento della tassa sui rifiuti. Il Comune di Castrovillari stesso, infatti, dopo vari rilievi e ispezioni, aveva ritenuto non assoggettare a tassazione le case rurali poiché essendo questi fabbricati il più delle volte irraggiungibili, non si potevano garantire nemmeno i servizi minimi di igiene urbana.

 

Noi cittadini – spiega Il Dottor Antonino Mungo – paghiamo le tasse per ottenere in cambio dei servizi. Ma quando al tributo versato non corrisponde a  servizio alcuno, la tassa non ha ragione di esistere. Pretenderne il pagamento non è solo iniquo ma anche illegittimo, Nel caso specifico, devo dire che la decisione del Commissario Prefettizio ci lasciò di stucco. Non solo non ci fu un distinguo fra case stagionali e/o rurali, ma non furono nemmeno applicati a questi immobili le riduzioni previste per legge. Ricordo, infatti, che nei casi in cui il punto di raccolta è molto distante dall’area servita, si ha diritto alla riduzione della Tari del 40% e, per casi specifici, si può arrivare addirittura all’esenzione”. 

 

Perciò – continua Mungo - nel 2014 ho sentito il dovere di attivarmi da subito. Così con Francesco Praino abbiamo raccolto le firme per presentare al Comune di Castrovillari una Petizione in cui chiedevamo la revisione delle tariffe applicate sugli immobili del Monte. La Petizione fu consegnata al Sindaco Mimmo Lo Polito che nel frattempo era stato rieletto”.

 

Oggi - conclude il dottore - siamo felici di annunciare ai cittadini di Cassano che il Comune di Castrovillari ha approvato il piano di sgravio per la TARI. Tale piano prevede la riduzione del 30% per le abitazioni a uso stagionale e del 20% per il compostaggio domestico (umido). In alcuni casi la riduzione può arrivare addirittura al 50%. Un bel risultato che si è potuto ottenere grazie all’impegno di tutti. Perché se è vero che a proporre la petizione siamo stati io e Francesco Praino, è pur vero che i cittadini hanno risposto alla chiamata senza esitare. Questa è la prova tangibile che quando si lavora insieme si può ottenere tutto”.

Ricordiamo agli interessati che le domande per richiedere la riduzione degli oneri da pagare per i rifiuti solidi urbani devo essere presentate entro il 2 giugno. E’ possibile scaricare la domanda sul sito ufficiale del Comune di Castrovillari www.comune.castrovillari.cs.gov.it, oppure ci si può rivolgere allo Studio del Geometra Diego Falcone.

Il Dottor Antonino Mungo resta a disposizione per qualsiasi altra informazione. 

Eleonora Gitto

Ufficio Stampa
COMITATO PAPASSO SINDACO

Scrivi commento

Commenti: 0