Il Sindaco Papasso scrive a Scura: il Laboratorio analisi di Ponte Nuovo non si tocca

Il sindaco della Città di Cassano All’Ionio, Gianni Papasso, ha scritto al Commissario per la sanità in Calabria, Massimo Scura, per ricordargli di onorare gli impegni assunti in occasione della sua visita istituzionale presso la struttura di via Ponte Nuovo, con particolare riferimento al mantenimento dell’autonomia del Laboratorio analisi. La missiva, per conoscenza, è stata trasmessa anche al Presidente della Giunta Regionale, On. Mario Oliverio, al dirigente generale del dipartimento tutela della salute, Riccardo Fatarella e al direttore generale dell’ASP di Cosenza, Raffaele Mauro.

 

Il Primo Cittadino, ha esordito ricordando i termini dell’incontro tenutosi nella cittadina termale durante il suo precedente mandato, nel corso del quale venne concordata la rimodulazione del Decreto n. 84 che prevedeva la soppressione e l’accorpamento dei Laboratorio di analisi di Cassano. L’impegno assunto durante la riunione, ha evidenziato, fu quello di mantenere l’autonomia del Laboratorio di Cassano, in quanto in maniera altamente qualificata ed efficiente, sia dal punto di vista strutturale che strumentale, ha da sempre svolto un ruolo di cui tutto il territorio non può assolutamente essere privato.

 

Come Ella ha potuto constatare - recita la lettera del sindaco Papasso al commissario Scura - diversi sono i campi di intervento con competenza svolti dal laboratorio, una struttura d’eccellenza, che risponde in maniera concreta alla esigenza di un territorio vasto e densamente popolato, troppo distante dal capoluogo di provincia e sprovvisto di arterie stradali adeguate”.

 

Nello specifico, è stato sottolineato che afferiscono al Laboratorio di analisi di Cassano i Sert di Paola, Cosenza, Rossano, Corigliano, Castrovillari, Trebisacce, i centri prelievo di San Lorenzo Bellizzi, Cerchiara di Calabria, Rocca Imperiale, Piana di Cerchiara, Sibari, San Cosma Albanese ed i consultori di Mirto, Corigliano, Rossano, Cassano, Trebisacce, Bocchigliero, Campana, Mandatoriccio, per il servizio di Biologia Molecolare, con particolare riferimento alla ricerca e genotipizzazione dell’HPV (Papilloma Virus- responsabile del 97% del carcinoma del collo dell’utero). Il Laboratorio, ha contatto con le prefetture, i Pronto soccorsi, le forze dell’ordine, il CMP , per quanto attiene ai casi sotto l’influenza di sostanze di abuso (art.186/7 del Codice della Strada).

 

Il Laboratorio di analisi di Cassano si occupa, inoltre, delle mansioni lavorative a rischio incolumità (DL 09/04/2008 N.81), di Porto d’armi e licenze di caccia, di idoneità a specifiche norme concorsuali, di affidamento di minori, di annullamento di matrimoni, di adozioni internazionali, di diagnosi di consumo di stupefacenti o altre sostanze psicotrope, di esami post- mortem, ecc.

 

Per quanto riguarda la tossicologia, in particolare, il sindaco Papasso ha ribadito che vengono eseguiti oltre 100.000 esami l’anno. Il laboratorio di via Ponte Nuovo, è, inoltre, l’unico centro dell’ASP che esegue lo screening prenatale, in elettroforesi capillare la CDT, che permette di individuare soggetti che hanno assunto alcool nei quindici giorni precedenti e il PHI (Indice di Salute Prostatico) che permette una diagnosi più precisa del cancro della prostata. Ricorrono al laboratorio cassanese, circa 200 pazienti, per un numero annuo di 3500 interventi, a cui viene eseguita la Terapia Anticoagulante Orale.

 

Il dato più importante e significativo, recita la missiva, è che il laboratorio di analisi elabora oltre 350.000 prestazioni annue, pertanto, la sua soppressione, quindi causerebbe un grave danno per la gente che vi afferisce. Il sindaco Papasso, nel suo scritto ha espresso il suo rammarico e la sua disapprovazione poiché gli accordi precedentemente assunti e riconfermati in più circostanze sono venuti meno, non comprendendo bene il perché  è stata discussa e approvata una nuova programmazione relativa al potenziamento di alcuni ospedali e il mantenimento di altri laboratori di analisi, ma stranamente, tra questi non compare il laboratorio di analisi di Cassano. Auspicando che la dimenticanza non costituisca l’anticamera per arrivare alla chiusura dello stesso, il sindaco Papasso, ha chiesto al commissario Scura, il rispetto degli impegni assunti e di essere ricevuto con urgenza al fine di formalizzare il mantenimento dell’autonomia del laboratorio di analisi e di altre situazioni concernenti l’assistenza e il diritto alla salute dei cittadini di Cassano All'Ionio.

 

Il Capo Ufficio Stampa Comune di Cassano - Mimmo Petroni

Scrivi commento

Commenti: 0