Cassano All'Ionio, Grotte di Sant'Angelo: l'On. Dorina Bianchi alla cerimonia di inaugurazione del nuovo percorso

Il sottosegretario di Stato ai Beni Culturali e al Turismo Dorina Bianchi, sarà presente alla cerimonia di inaugurazione del prolungamento del percorso turistico delle Grotte di Sant'Angelo di Cassano All'Ionio. 

 

La cerimonia, che segnerà la riapertura al pubblico delle cavità carsiche, avrà luogo mercoledì 10 agosto 2016 alle ore 11:00.

 

Sarà il Sottosegretario di Stato ai Beni Culturali e al Turismo, Dorina Bianchi a presenziare alla cerimonia di inaugurazione dei lavori che hanno interessato il prolungamento del percorso turistico interno alle Grotte di Sant’Angelo di Cassano All’Ionio e la pavimentazione della strada di accesso al singolare sito archeologico di pregevole valenza scientifica e culturale. 

Ne ha dato comunicazione il Sindaco Gianni Papasso. Le Grotte di Sant’Angelo di Cassano, sono le uniche in Calabria, visitabili in assoluta sicurezza. Risalgono all'età neolitica e furono abitate dalla prima gente italica. Il complesso carsico di Cassano è un vero e proprio scrigno della memoria, custode della storica millenaria della città, dove giochi di luci, colori e forme create dalla natura, con lo stillicidio dell’acqua, goccia dopo goccia, plasmando stalagmiti e stalattiti, offrono al visitatore uno spettacolo alquanto suggestivo e armonioso della natura. 

 

Lo storico cassanese Vincenzo Saletta, ha definito le Grotte di Sant’Angelo, come “un meraviglioso libro, su cui gli antichi abitatori del sito, scrissero le più importanti pagine, aperte e pronte per chi sappia leggerle con solida preparazione e infinito amore”. 

 

 

La loro importanza, hanno certificato gli studiosi, esploratori e ricercatori di tali siti, è soprattutto di natura storico-scientifica, nello studio della preistoria calabrese. La genesi delle cavità cassanese e la presenza in esse di gesso, per gli esperti testimoniano un’antica circolazione di acque sulfuree nella massa rocciosa. Da sottolineare, inoltre, che il rinvenimento di numerosi reperti, testimoniano il commercio nella zona dell’Ossidiana, un minerale scuro di origine lavica, proveniente dalle isole Eolie.

 

Le Grotte di Sant’Angelo, situate a nord dell’abitato nel ventre del monte di San Marco, senza tema di smentita, rappresentano un’importante testimonianza dell’età preistorica. Una full immersion nelle viscere della terra da non perdere.

 

Il Capo Ufficio Stampa Comune di Cassano - Mimmo Petroni

Scrivi commento

Commenti: 0