Gestione Grotte di Sant’Angelo, la nota stonata di “Noi con Salvini”

"Il Movimento “Noi con Salvini” è in cerca di notorietà ma prima di parlare dovrebbe conoscere i fatti", l’Amministrazione comunale di Cassano All’Ionio risponde alla nota “stonata” e infondata sulla gestione delle Grotte di Sant’Angelo firmata dal Movimento “Noi con Salvini” .

 

Rispondiamo all’infondata nota del movimento “Noi con Salvini” solo per dovere nei confronti dei cittadini, che in ogni caso hanno il diritto di conoscere la verità.

 

Comprendiamo che il Movimento cui aderisce qualche decina di cittadini di Cassano sia alla ricerca di notorietà, che non può trovare facendo polemica inutile e senza senso con l’Amministrazione Comunale.

Ci sorge il più che legittimo dubbio, infatti, che i salviniani non siano mai stati alle Grotte di Sant’Angelo e che, per questo, poco sanno di come viene gestito il servizio di fruizione turistica.

 

Cominciamo col dire che il Comune di Cassano gestisce direttamente i servizi di promozione, fruizione e guida turistica, che viene svolto da personale interno abilitato all’esercizio della professione e regolarmente iscritto all’Albo Regionale delle guide turistiche.

Inoltre, allo scopo di ampliare l’offerta turistica all’interno della Grotta Inferiore di Sant’Angelo, unica aperta al pubblico, oltre al percorso turistico è possibile accedere a un percorso alternativo, che richiede la presenza di una guida speleologica e di particolari attrezzature per consentire al turista di visitare la stupenda “sala delle nevi”.

 

A questo si aggiunge che le grotte sono aperte al pubblico tutti i giorni, mattino e pomeriggio, sabato, domenica e festività comprese, che si sta registrando una grande affluenza di turisti e che c’è sempre più bisogno di incrementare il numero degli accompagnatori esperti e qualificati, che purtroppo il Comune non ha nella dotazione organica.

 

Tutti questi motivi ci hanno indotto a intraprendere un percorso di collaborazione con l’Associazione “A.R.C.A.D.I.A”, che aveva avanzato la proposta di collaborazione con l’Ente per l’accompagnamento guidato nel percorso speleo con proprie guide speleologiche e proprie attrezzature, affiancando il personale dell’Ente nel servizio di fruizione turistica del complesso carsico e in tutti gli altri servizi necessari alla perfetta gestione del sito.

 

L’associazione che sta lavorando, insieme al nostro personale, con passione e grande professionalità, è composta di giovani laureati in Conservazione dei Beni Culturali e Archeologia, tenuto conto che le grotte sono a interesse archeologico e da figure specializzate per il percorso turistico- speleologico, figura totalmente assente dalla pianta organica comunale.

 

Non stiamo regalando niente a nessuno! Solo un rimborso delle spese, giusto e sacrosanto!

 

Il ricavato della vendita dei biglietti di ingresso viene regolarmente versato nelle casse comunali.

La cosa che dovrebbe esaltare chi fa politica sono i risultati che si registrano quotidianamente, per l’incremento delle presenze turistiche, soprattutto dopo i lavori di valorizzazione e di ampliamento dei percorsi, inaugurati alcuni giorni fa alla presenza del sottosegretario di Stato ai Beni Culturali, On. Dorina Bianchi. 

 

Chi fa politica dovrebbe esaltare il fatto che un sito di primaria importanza sia meta d’innumerevoli visitatori, che ne apprezzano la bellezza e si dimostrano entusiasti per l’accoglienza, la bravura e la professionalità di coloro che vi lavorano. Chi per un posticino al sole, si diletta a cimentarsi nella polemica strumentale e inutile ha sbagliato indirizzo perché questa non giova a nessuno!

 

 

Il Portavoce

Caterina La Banca

Ufficio Stampa - Sindaco Gianni Papasso

Scrivi commento

Commenti: 0