Biagio Rovitti su Marina di Sibari: pensando al Sindaco Gianni Papasso

Il compagno Biagio Rovitti, cittadino di Sibari passeggiando per Marina di Sibari con un amico fa alcune riflessioni. Rovitti si guarda intorno e pensando ai reiterati e ingiusti attacchi che il Sindaco Gianni Papasso subisce ogni qualvolta che il Villaggio mostra criticità non certo  imputabili all'Amministrazione odierna (che tanto ha fatto e sta facendo per il rilancio dell’intera area), scrive al primo cittadino.

 

Sono poche ma accorate parole che il signor Rovitti Biagio posta sulla pagina Facebook di Giovanni Papasso.  Ecco il testo integrale. 

 

Sto pensando al sindaco di Cassano.

 

Egregio Sindaco,

scrivo la presente proprio per dirti che in questi giorni sento delle aspre critiche su di te, non certamente sulla persona, bensì sul tuo operato da Sindaco per quanto è accaduto a Marina di Sibari: infatti, poi ho visto anche su internet scene raccapricciante. A questo punto, dopo più d’un paio d’anni, essendo incredulo, ho deciso di farmi un giro a Marina di Sibari e così ho fatto. 

Mi devi credere, caro Gianni era insieme con me un professionista di Verona, siamo rimasti sbalorditi per la bellezza e per alcune idee futuriste, per esempio per avere nelle aeree di parcheggio impiantato illuminazione solare e per aver messo le prese per la ricarica elettrica delle batterie dei mezzi a trazione elettrica.

Per i viali, per lo spazio intelligentemente suddiviso, per i mezzi, per le aree pedonali, per le piste ciclabili, la Piazzetta e dintorni. Per tutto questo sento di dirti grazie per lo sforzo che hai profuso: infatti, hai saputo con intelligenza mettere un vestito bellissimo a un qualcosa di cui prima ci si doveva solo vergognare. 

Tanto sento di dirti da cassanese disinteressato, non avendo nulla da difendere a Marina,  solo perché credo che si giusto dare a Cesare quello che è di Cesare.

C’è sempre poi il mal contento. Ma vorrei dire a quel tale che ha messo su Internet la foto della canoa, che avrebbe fatto meglio a guardarsi a intorno, così si sarebbe accorto che non solo Marina ma tutta l’Italia è allagata. Avrebbe certamente capito che è stato un fenomeno naturale eccezionale. Io ho visitato Marina il giorno dopo, e non ho trovato i grandi disastri che si è voluto scrivere, ma i normali segni di un forte temporale e basta.

D’altronde caro Gianni, so e comprendo benissimo il male che produce l’ingratitudine, ma tu non devi e non puoi arrenderti, perché la gran parte dei Cittadini di Cassano, singolarmente ha posto la fiducia in te.

Voglio concludere, se mi permetti, richiamando la tua attenzione, su molte circostanze dell’umanità: in ogni manifestazione di popolo, questi si trova sempre pronto schierarsi per liberare “BARABBA” salvo poi il giudizio storico che rende giustizia alla verità. 

Chiudo richiamando un po’ i tanti cronisti nostrani sempre pronti a esaltare la folla quando vuole barabba, e mai disponibili a dire la verità: infatti, pochi, e quei pochi, hanno liquidato brevemente, la dichiarazione dell’Assessore Salvatore Tricoci, quando ha dichiarato che si stava già provvedendo a rinforzare l’impianto con altre pompe di sollevamento.-

 

Con la stima di sempre

Compagno Biagio Rovitti

 

 

E.G.

Ufficio Stampa

Sindaco Gianni Papasso

Scrivi commento

Commenti: 0