Gianni Papasso: "Sibari di notte" è una realtà: Fabrizio Barca alla presentazione del progetto

 

"SIBARI DI NOTTE" adesso è una realtà concreta. Il progetto elaborato su input dell'ex ministro Fabrizio Barca ha trovato concreta rispondenza nel privato che ha inteso finanziare l'opera con un milione di euro.

 

Lunedì sera, 27 settembre 2016, a Sibari nella splendida location del Museo Nazionale Archeologico di Sibari, i protagonisti principali dell'iniziativa erano tutti presenti.

 

“Sibari di Notte” è , infatti, frutto di un'intesa tra istituzioni, finanza per il Sud, imprese e territorio. Ai lavori, introdotti e coordinati da Fabrizio Barca, ideatore di "Luoghi Ideali" che ha ripercorso le varie fasi che lo hanno portato a mettere in campo il progetto, sono intervenuti la direttrice del Museo e Parco Archeologico di Sibari, Adele Bonofiglio, che oltre ad apprezzare l'iniziativa, ha comunicato ai presenti l’avvenuta consegna dei lavori completati sia nella zona museale che nell'area archeologica; il professore Pier Giovanni Guzzo; Carlo Borgomeo, Presidente della Fondazione Per il Sud, che ha spiegato le ragioni dell'adesione convinta all'importante progetto, con un investimento di ben 500 mila euro.

 

Borgomeo, nel suo dire, ha affermato, tra l’altro, che “Sibari, per la sua grande capacità evocativa, potrà spostare il dibattito sul rilancio del Sud”.  Paco Lanciano, Fisico e divulgatore scientifico e collaboratore di Piero Angela, nel suo intervento ha illustrato il progetto, lasciando intravedere, mediante l'ausilio di un'immagine virtuale riferita a un lavoro già realizzato in un sito archeologico di Roma, ciò che si intende realizzare anche nell’area dell'antica e mitica Sibari.  

Saranno “ricostruite”, mediante l’ausilio di strumenti multimediali, particolari di strutture dell’antica capitale della Magna Grecia. Il sito, già suggestivo com’è adesso, ha evidenziato Paco Lanciano, diventerà ancora più singolare, soprattutto se si riuscirà a vederlo con gli occhi del cervello degli archeologi.

 

Il sindaco, Gianni Papasso, oltre a ringraziare l'ex ministro Barca, per l'interesse concreto dimostrato sin dal tragico evento dell'esondazione del Crati, verificatesi nel gennaio del 2013, che come si ricorderà sommerse tutta l'area archeologica sotto acqua e fango, per avere procurato cospicui finanziamenti cospicui, pari a oltre venti milioni di euro per risanare la situazione e realizzare nuovi interventi destinati a rilanciare a livello nazionale e internazionale Sibari, ha plaudito all'iniziativa dell'attuazione del progetto "Sibari di Notte", che a breve, cambierà il volto dei resti dell'antica Polis, il cui mito sopravvive al tempo e allo spazio, alimentando sempre grande interesse nel mondo intero.

 

Il sindaco Papasso, per dimostrare la gratitudine della Città di Cassano, nei confronti dell'ex ministro Fabrizio Barca, avendo consultato informalmente anche tutti i gruppi consiliari, ha ufficializzato la volontà comune di tributargli l'onorificenza della "Cittadinanza Onoraria". Gesto, che Barca ha molto gradito. "Sibari di Notte", secondo quanto è stato riferito durante i lavori, con tutta probabilità potrà essere fruita dal pubblico, entro la prossima estate.

 

Altro elemento importante da segnalare, riguarda la gestione, di cui si occuperà l'organizzazione che ha messo in piedi il progetto, che per i primi tre/quattro anni, tramite un bando pubblico, sarà destinato a soggetti del Terzo Settore, che dovranno assicurare competenza, formazione e professionalità.

 

Al termine dell'incontro, i presenti si sono trasferiti tutti  nel Parco Archeologico per visitare le opere realizzate e per prefigurare ai presenti da parte dei promotori dell’iniziativa, gli interventi che presto saranno realizzati.

 

Mimmo Petroni

Capo Ufficio Stampa

 

Comune Cassano All'Ionio

Scrivi commento

Commenti: 0