Chiusura col botto per la stagione teatrale cassanese. Soddisfatta l’Amministrazione Papasso

È stato lo spettacolo “Ancora?”, con Francesco Paolantoni e Stefano Sarcinelli a chiudere la stagione teatrale di Cassano All’Ionio. Un finale davvero col botto per una stagione teatrale straordinaria.

 

È stato lo spettacolo “Ancora?”, con Francesco Paolantoni e Stefano Sarcinelli a chiudere la stagione teatrale di Cassano All’Ionio fermamente voluta dall'Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Giovanni Papasso.

 

Dopo che negli anni precedenti la cura e la direzione artistica era stata affidata all'associazione culturale Novecento di Benedetto Castriota e Luisa Giannotti, quest'anno la scelta del direttore artistico è stata fatta da una commissione esterna che ha dato il testimone nelle mani del cassanese Andrea Solano che ha avuto l’ambizione di voler rivoluzionare le cose registrando il tutto esaurito. Radio teatro, infatti, narra di tutti gli abbonamenti venduti in poche ore dall'apertura della stagione.  

 

Altra novità è stata quella di voler cambiare il genere teatrale. Si è puntato sulla risata. Non perché sia un genere meno importante ha spiegato lo stesso Direttore artistico Andrea Solano più volte, ma perché la gente, oggi giorno, sente sempre più la necessità di ridere e sorridere, di lasciare fuori dalla porta del teatro i problemi e i pensieri del quotidiano. Sanno che fuori li ritroveranno, non abbiamo assolutamente la presunzione di dire il contrario, ma sicuramente venendo a teatro i nostri concittadini hanno dimenticato per qualche ora ciò che c’è fuori. La stagione teatrale cassanese non è stata solo comicità ma anche attualità con lo spettacolo di Giobbe Covatta sull’importante problematica dei cambiamenti climatici, e cultura con il concerto – spettacolo di Giuseppe Povia che attraverso la sua musica ha proposto all'uditorio denunce molto serie. 

 

L’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco, Giovanni Papasso ha tracciato un bilancio positivo dal risultato ottenuto dalla nuova gestione essendo – hanno ripetuto più volte - contenti che quest’anno la stagione teatrale sia diretta da Andrea Solano, un figlio di cassano che tante esperienze ha al suo attivo e ha saputo mettere la sua esperienza al servizio del territorio.

 

Il ringraziamento sincero e dovuto anche a chi negli scorsi anni ha curato la direzione artistica: Benedetto Castriota perché motto di un'amministrazione che ben lavora è costruire, se le basi sono solide allora il resto del fabbricato sarà solido, e così è stato. Non si può non ringraziare Benedetto Castriota e il suo staff che hanno gestito le stagioni teatrali sotto la nostra amministrazione qualificando il parterre negli anni precedenti e con cui la collaborazione continuerà anche in futuro certi del fatto che squadra che vince non si cambia.

 

I nostri concittadini hanno saputo apprezzare la proposta offerta e lo hanno dimostrato partecipando alle serate della stagione teatrale. Crediamo fermamente che la cultura sia alla base dello sviluppo di un popolo, pertanto, non ci stancheremo mai di ripeterlo che in un tempo in cui, in materia di bilancio, ad essere tagliata è la cultura noi siamo stati sempre convinti, invece, che questa va incentivata, custodita, coltivata e trasmessa. Durante ogni serata si sono potuti degustare prodotti tipici locali unendo alla cultura anche il marketing territoriale.

 

Per ora all'attivo ancora la stagione lirica il cui prossimo appuntamento è fissato per il 7 maggio con il balletto “Lo schiaccianoci”. Non di meno e molto attesi anche gli spettacoli del cartellone amatoriale dedicato quest’anno al Professore Carmine Concistrè.

 

 

Caterina La Banca

Portavoce del Sindaco Gianni Papasso

Scrivi commento

Commenti: 0