Sibari, il Centro Polifunzionale è una realtà: l’Amministrazione Papasso centra un altro obiettivo

Giovedì 11 maggio 2017 il Sindaco di Cassano All’Ionio, Gianni Papasso, con assessori, tecnici del Comune e molti consiglieri della maggioranza, ha siglato l’atto di consegna del nuovo Centro Polifunzionale di Sibari.

 

Ultimati, dunque, i lavori del nuovo Centro Polifunzionale di Sibari. L’intervento ha visto la realizzazione di tre manufatti da destinare ad attività ricreative e ricezione turistica. E’ stato realizzato, infatti, anche uno stallo autolinee completo di uffici e servizi. Non mancano ampi spazi riservati al verde. L’intera area è stata pensata anche per le persone con ridotta o impedita capacità motoria e sensoriale, al fine di consentire la fruizione degli spazi in condizione di adeguata sicurezza e autonomia.

 

Un nuovo centro di aggregazione e di socializzazione, dunque, e un ennesimo segnale di attenzione del Comune di Cassano All’Ionio al territorio e ai servizi alla persona.

 

I lavori rientrano nel Programma “Contratti di Quartiere II”, lo strumento introdotti dal Decreto 30 dicembre 2002 del Ministero delle Infrastrutture attraverso il quale l’Amministrazione Comunale ha riqualificato il quartiere Rione Ferrovia di Sibari realizzando, e ristrutturando, edifici per l’edilizia residenziale pubblica. L’Amministrazione Papasso ha dato particolare importanza alla realizzazione di un Centro Polifunzionale fruibile a tutti, ai servizi quartiere e alla sistemazione dell'area circostante. E se l’intento era di “trasformare radicalmente tale zona, in un'area pubblica e di servizi di rilevante importanza urbanistica”, oggi possiamo dire che l’obiettivo è stato perfettamente centrato. 

 

Spiega il Geometra Antonio Iannicelli, tecnico del Comune, che il “Progetto per la riqualificazione del Rione Ferrovie in Sibari”, importo complessivo di 300 mila euro, è stato finanziato con i risparmi ottenuti dagli interventi previsti dai “Contratti di Quartiere II”. Il finanziamento, ovviamente, ha ottenuto la regolare autorizzazione del Ministero delle Infrastrutture. 

 

“Grazie al programma ministeriale – continua il tecnico – è stato possibile realizzare per Sibari interventi ben distinti tra loro. Fra questi la costruzione di nuovi alloggi di edilizia pubblica residenziale dotate di tutte le più moderne tecnologie “smart” per vivere meglio e risparmiare energia (pannelli solari, cappotto termico, infissi termici e quant'altro; il recupero, urbanistico e architettonico dell’esistente; il rifacimento del piazzale antistante la stazione ferroviaria e la realizzazione del centro polifunzionale e dell’autostazione. Oggi la ditta appaltatrice consegna ufficialmente i lavori ultimati e per l’intera amministrazione questo per tutti noi è motivo di grande soddisfazione”.

 

La valorizzazione dell’area antistante alla stazione, la riqualificazione del Rione ATERP (Azienda Territoriale Edilizia Residenziale Pubblica) e dell’intera frazione, proprio la centralità di Sibari, per il Sindaco Papasso è punto strategico e altamente qualificante della sua Amministrazione. L’ultimazione dei lavori del Centro Polifunzionale rappresenta un altro tassello nella più vasta opera di riqualificazione dell’intero abitato della frazione di Cassano. 

 

Ora bisogna pensare a come utilizzare al meglio i due manufatti colorati che accolgono il turista che arriva a Sibari. E su questo ad avere le idee molto chiare è la consigliera di maggioranza, nonché capogruppo del Movimento politico Progetto Sibari, Filomena Alfano: “Le strutture che formano il Centro appartengono all'intera comunità di Sibari. E’ stato chiaro fin da subito: il Centro è destinato ai servizi sociali. Io lo immagino come un luogo di aggregazione vivibile e funzionale. Certo, non vi è dubbio che questo Centro, in quanto sede di riferimento della vita comunitaria, si dovrà rivolgere a tutti i cittadini differenziandone e stimolandone la partecipazione in relazione agli interessi e alle iniziative. Ma io penso in modo particolare ai ragazzi. Penso a uno spazio di aggregazione dotato di una o più sale di materiali e di attrezzature da destinare ad attività di interesse giovanile, tipo: sala con computer e connessione internet; sala prove musicali; piccola biblioteca con sala lettura; emeroteca; videoteca; sala giochi da tavolo; spazi per intrattenersi".

 

"Insomma - continua la Consigliera - accarezzo il sogno di riunire i ragazzi di Sibari, che ora difficilmente si spostano dal loro Rione, in questo Centro. Vorrei che i giovani vivessero questo spazio come luogo in cui incontrarsi e intrattenersi per attività di tipo ludico ma anche creativo, culturale, d’informazione e di formazione.  In ogni caso la realizzazione di questo Centro Polifunzionale, a prescindere, mi rende particolarmente felice. Fino a oggi non avevamo strutture che ci facevano “sognare”. Ora ci sono.  A cosa dovranno essere destinate penseremo da domani di concerto con l’intera squadra amministrativa. E giacché l’amministrazione che rappresento ha come unica priorità gli interessi della comunità di questo territorio, sono certa che faremo la scelta giusta”. 

 

Alla consegna dei lavori erano presenti anche l’Ingegnere Mario Innocenzo Rummolo, Responsabile del settore Lavori Pubblici; l’Architetto Anna Maria Aiello, Responsabile del Settore Urbanistica; L’ingegnere Antonio Iannicelli; l’Ingegnere Vincenzo Sarubbo, progettista e direttore dei lavori. 

 

Eleonora Gitto

Giornalista-Webmaster

Staff Sindaco Gianni Papasso

Scrivi commento

Commenti: 0