Cassano, nessun pericolo per il Poliambulatorio: Mauro e Bevacqua da Papasso per rassicurare gli operatori

Nella mattinata di oggi, 16 maggio 2017 il Sindaco di Cassano All’Ionio, Gianni Papasso, ha ricevuto nel Palazzo di Città il Direttore Generale dell’ASP di Cosenza, Raffaele Mauro, e il Consigliere del PD della Regione Calabria, On. Domenico Bevacqua, per parlare del Poliambulatorio di Via Pontenuovo.

 

La riunione si è resa necessaria dopo la richiesta di mobilità che ha messo in allarme gli operatori del laboratorio. Presenti all’incontro di oggi il dirigente del Poliambulatorio, Dr. Corrado Luciano Antonio, molti rappresentati degli operatori, alcuni consiglieri di maggioranza e gli Assessori Rossella Iuele, Ercole Cimbalo, Salvatore Tricoci e Angela Salmena.

 

Ad aprire i lavori è stato il Sindaco Gianni Papasso: “Gli operatori sono, giustamente, preoccupati per il loro futuro. Io so bene che negli atti il laboratorio di Via Ponte Nuovo è salvo ma la mobilità ha fatto suonare un campanello d’allarme che ha sentito anche il nostro Vescovo, Monsignor Savino, che addirittura ne ha parlato nella sua omelia”.

 

“Per questo motivo - continua il Primo cittadino - chiedo al Dottor Mauro e all’onorevole Bevacqua che gentilmente hanno accolto il nostro invito, di chiarire adesso, in questa sede la vicenda e di spiegarci bene come stanno le cose per la tranquillità di tutti e per mettere a tacere voci che, troppo spesso, sono prive di fondamento”.

 

Le rassicurazioni sono arrivate subito sia dal Consigliere regionale Bevacqua che dal Direttore Mauro. Per Bevacqua il laboratorio di analisi di cassano è un punto di riferimento di eccellenza per tutta l’ASP di Cosenza soprattutto per quanto riguarda la sezione di tossicologia. Perciò non corre alcun rischio. Ci saranno, invisibilmente, solo alcuni disagi dovuti a una emergenza in atto.

 

“Il laboratorio di Tossicologia di cassano è stato ufficialmente riconosciuto. Nell’atto aziendale è stato inserito con la specialistica di Tossicologia Forense, che costituisce una unicità non solo nel contesto dell'ASP cosentina ma anche fuori dallo stesso perimetro. Perciò non corre pericolo”.

 

Così spiega il Dottor Mauro che poi continua: “Cassano è una realtà baricentrica, con professionalità e servizi sul tossicologico che non possono essere disperse. La mobilità è stata richiesta per una questione di organizzazione dei servizi in un momento di particolare emergenza. Purtroppo siamo sotto il Piano di rientro siglato dal Commissario Scura nel 2015 e c’è il blocco del turnover. Questo significa che molti laboratori Asp sono sotto organico e bisogna in qualche modo armonizzare la rete e gestire al meglio questa emergenza assicurando i servizi Spoke”.

 

Cosa che, secondo Stefano Petrosino, tecnico del laboratorio di Via Ponte uovo nonché ex assessore comunale di Cassano, è stata fatta da subito: “Abbiamo dato immediata disponibilità per assicurare gli Spoke. Volevano solo essere tranquillizzati sul futuro della nostra struttura”.

 

“Il DCA 55 2016 del Commissario ad Acta – conclude Bevacqua - sta per essere riscritto. Perciò si tratta solo di pazientare un altro poco. Cassano rimane con la sua specificità: il tossicologico. Nessuna precarietà, anzi, per il futuro è previsto solo un potenziamento”.  

 

Eleonora Gitto

Giornalista-Webmaster

Staff Sindaco Gianni Papasso

Scrivi commento

Commenti: 0