Il “Calabria Blues Passion 2017” al Parco Archeologico di Sibari: l’Assessore Cimbalo alla presentazione del programma

Nella mattinata di oggi, sabato 15 luglio, nell'Auditorium Alessandro Amarelli di Rossano è stato presentato il programma del “Calabria Blues Passion 2017”, 15^ Edizione del Memorial “Marco Fiume”. Alla conferenza stampa, a rappresentare l’Amministrazione di Cassano All’Ionio guidata dal Sindaco Gianni Papasso, c’era l’Assessore al Turismo Ercole Cimbalo.

 

Il “Calabria Blues Passion 2017”, evento fortemente voluto dalla dottoressa Maria Giulia Sorrentino, madre del musicista calabrese Marco Fiume cui è dedicato il Memorial, nonché Presidente dell’associazione musicale “Marco Fiume”, è una delle più importanti manifestazioni regionali dedicate al Blues.

 

Marco Fiume, il giovane chitarrista nato a Rossano e scomparso prematuramente nel 2002, il giorno prima del suo trentesimo compleanno, a Santa Monica in California, era molto orgoglioso delle sue origini. Lo dimostra il fatto che ha voluto “esportare” la sua amata Calabria in America. Dal giorno della sua scomparsa la mamma ha tenacemente inseguito un sogno: onorare il figlio portando un pezzo di America in Calabria, regalando ai calabresi, e non solo, momenti di grande musica facendo arrivare i più grandi artisti del Blues della scena internazionale.

 

Fra la novità più importante dell’edizione 2017 “la caratterizzazione regionale e itinerante dell’evento”. Nato a Rossano dove ha sempre riscosso grande di pubblico e di critica, il “Calabria Blues Passion” quest’anno vedrà tre tappe con altrettante location straordinarie: la Torre Sant’Angelo di Rossano, il Parco Archeologico di Sibari e il Lungomare Centofontane di Mirto Crosia. 

 

Il Parco Archeologico di Sibari, dunque, è uno dei luoghi scelti per ospitare la prestigiosa manifestazione. Di questo si è detto orgoglioso l’Assessore Ercole Cimbalo, il quale nel suo intervento ha sottolineato l’importanza che ha per l’intero territorio Sibarita un evento del genere. Per l’Assessore cassanese “cultura chiama cultura”, perciò non poteva esserci una location migliore. “Lo sviluppo della Comuni della Piana di Sibari, che hanno tra le loro principali peculiarità quelle del turismo e della cultura - ha detto tra l’altro l’Assessore Cimbalo - passa per la cooperazione. Per questo è necessario che i Comuni della Sibaritide si uniscano per “fare rete”.  Dobbiamo unire le forze per un obiettivo comune: il rilancio del territorio. Cultura e turismo sono due componenti fondamentali per lo sviluppo socio-economico di quest’area ma dobbiamo adoperarci tutti affinché l’offerta turistica e l’offerta culturale possano essere conosciute e, soprattutto, fruibili.  

 

Presente alla conferenza anche la direttrice del Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide, Adele Bonofiglio: “Abbiamo accolto con entusiasmo la possibilità di ospitare questo straordinario evento. Per noi si tratta di una doppia occasione: restituire alla fruizione una parte del patrimonio culturale di Sibari, e cominciare ad arricchirlo con eventi di grande spessore culturale”.

 

Soddisfatto anche il Segretario questore e componente dell’Ufficio di Presidenza Giuseppe Graziano, presente alla conferenza quale rappresentante della Presidenza del Consiglio regionale della Calabria: “Visto il programma ricco e di grande qualità, questo evento dovrebbe durare almeno una settimana” – ha detto. Poi il Dottor Graziano ha proseguito: “Sono particolarmente contento che il “Calabria Blues Passion” sia tornato agli antichi albori. Questo festival è un’occasione unica poiché non solo ci regala ottima musica, ma attrae nel nostro territorio persone che probabilmente, se non fosse per l’occasione del Blues, qui non sarebbero mai arrivate”. 

 

Patrimonio storico e paesaggistico, cultura, turismo e marketing territoriali, dunque, uniti da un filo straordinario: la musica. 

 

Alla conferenza stampa hanno partecipato anche il  Consigliere delegato al Turismo di Crosia, Francesco Russo; l’Assessore al Turismo e Vicesindaco di Rossano, Aldo Zagarese, e il Responsabile delle relazioni istituzionali di Enel (sponsor ufficiale dell’evento) per la Calabria Rossella Sirianni. A fare gli onori di casa il Dottor Fortunato Amarelli, AD. della storica azienda di liquirizia calabrese “Amarelli”. 

 

L’evento 2017 ricorderà inoltre Candye Kane, una delle più importanti interpreti del blues mondiale, scomparsa recentemente, che Marco Fiume ha accompagnato per tre anni con la sua chitarra.

 

Gli appuntamenti:

 

21 luglio: Rossano – Torre Sant’Angelo                                      Matthew Lee Quartet

22 luglio: Rossano – Torre Sant’Angelo                                      Francesco Più Trio – X – Jam “Singin’The Divas” & Guest

 

23 luglio: Sibari – Parco Archeologico                                        Jane Jeresa – Shawn Jones

 

29 luglio: Mirto Crosia – Lungomare Centofontane                 The Blues Queen – Levi Parham

 

I concerti iniziano alle ore 21:30 – L’ingresso è gratuito 

 

Eleonora Gitto

Giornalista – Webmaster
Staff Sindaco Papasso

Scrivi commento

Commenti: 0