· 

Cassano Ionio, grande successo per la serata osservativa: sul Monte San Marco di scena la Luna

Grande successo di pubblico per la serata osservativa del 26 agosto organizzata dall’Associazione Speleologica Liocorno con il patrocinio del Comune di Cassano All’Ionio guidato da Gianni Papasso e dell’Assessore alla Cultura Rossella Iuele. 

 

Il cielo dal Monte San Marco, sopra Cassano All'Ionio, è un cielo caldo. Sabato sera è stato così: caldo, partecipato, pronto a essere visto da tante persone interessate all'astronomia ai suoi innumerevoli risvolti. Un contatto con l'universo che ha portato la gente a interessarsi della Luna, di Giove, di Saturno con i suoi splendidi anelli, della Via Lattea.

 

Un modo per vedere qualcosa di diverso, di inusuale, di straordinario che forse un giorno diventerà ordinario, ma per adesso è eccezionale. Tutte le volte che si guarda un cielo stellato da un posto buio è un evento eccezionale, perché abbiamo perso il contatto con la notte, col cielo stellato.

 

Ragion per cui, quando c'è un telescopio e qualche buona spiegazione di come funziona l'universo, il successo è assicurato. E così è stato dal Monte San Marco. L'Associazione Speleologica Liocorno ha organizzato questo piccolo grande evento memorabile, in collaborazione con l'Associazione Astronomica del Pellegrino, di Rocca di Botte (AQ). Amare la natura in fondo è questo: interessarsi a cose ed eventi che travalichino la quotidianità, che diano qualcosa di nuovo, che apportino un pizzico di stupore e curiosità in più a quest'esistenza grama, così banalmente quotidiana.

 

Entrare nelle viscere di una montagna e alzare gli occhi al cielo, diventano così due momenti importanti di un unico concetto: quello che si chiama curiosità, e quindi scoperta. E' probabilmente con questa coscienza che gli organizzatori della manifestazione hanno inteso incontrarsi, collaborare e vivere insieme alla gente una serata difficilmente dimenticabile sotto il cielo di Monte San Marco. Laddove, peraltro, esistono i ruderi di una chiesa bizantina annessa a un monastero di sicuro interesse artistico e archeologico.

 

La gente è salita fino lassù alla spicciolata, come in silenziosa processione notturna, con le proprie torce elettriche accese discretamente a non intaccare la bellezza del buio. Un atto di fede verso la natura, verso la storia, verso la notte, verso l'universo di cui, probabilmente, a un certo punto la gente stessa si è sentita parte integrante, e non entità staccata e diversa. E ha assistito interessata alle spiegazioni dell'architetto Carlo Forace, Presidente dell'Associazione Liocorno, che ha illustrato, insieme alla sua splendida squadra di associati, le bellezze e l'origine della chiesa bizantina.

 

Poi si è passati alla parte astronomica, con l'osservazione di Luna, stelle e pianeti, con le spiegazioni e l'illustrazione del dott. Stefano Faraoni, Coordinatore dell'Associazione Astrofili del Pellegrino. Una relazione che ci ha parlato di scienza, di scoperte e anche di filosofia e di storia dell'astronomia. 

 

Il tutto condito dalle innumerevoli domande della gente, che ha assistito affascinata alle spiegazioni all'illustrazione del cielo, condotta con appositi puntatori laser. E poi, il ringraziamento e i complimenti dal parte dell'Assessore alla Cultura del Comune di Cassano, Rossella Iuele, che ha ben colto il senso della manifestazione e l'importanza e la pregnanza della stessa. Il senso di vicinanza e compartecipazione del Comune si è estrinsecato materialmente con la concessione del patrocinio comunale alla bellissima iniziativa. Infine, il saluto e il ringraziamento della giornalista Eleonora Gitto, che ha collaborato all'organizzazione della serata.

 

Un'iniziativa davvero apprezzabile, durante la quale in maniera così mirabile la scienza si è unita alle discipline umanistiche per darci una visione delle cose diversa e straordinariamente attuale.

 

Eleonora Gitto

Giornalista-Webmaster

Staff Sindaco Papasso

 

*Foto di Eleonora Gitto - Peppino Martire - Salvatore Casalnuovo

Scrivi commento

Commenti: 0