· 

"E sono ancora qua": bagno di folla a Sibari per il candidato Sindaco Gianni Papasso

“Oggi più che mai la gente mi sprona a fare di più per il bene di questa nostra meravigliosa città”. Una folla di cittadini arrivati da tutto il territorio comunale ha accolto ieri sera il candidato sindaco Gianni Papasso all’inaugurazione del “Punto di incontro” di Sibari.

 

La canzone di Vasco Rossi “Io sono ancora qua”, scelta come colonna sonora della serata, ha accompagnato il taglio del nastro che ha inaugurato la nuova sede. Subito dopo, nella sala gremita all’inverosimile tanto da non riuscire a contenere tutta la gente venuta a salutare e a sostenere il candidato sindaco, Gianni Papasso ha incontrato i giornalisti.

Quello ascoltato ieri sera, 4 ottobre 2019, è stato un Gianni Papasso visibilmente emozionato ma molto pacato. Nel suo discorso introduttivo, il candidato sindaco ha salutato e ringraziato tutte le persone intervenute e quanti lo hanno sostenuto e continuano a sostenerlo. Ha ringraziato sia chi ha voluto candidarsi al suo fianco in questa nuova tornata elettorale, sia chi volontariamente e responsabilmente ha fatto un passo indietro per lasciare spazio ad altri. A riprova di quanto detto, la presenza all’inaugurazione del “Punto di incontro” di tanti tra consiglieri e assessori della “squadra Papasso” nella passata legislatura.

Dopo i ringraziamenti, il candidato sindaco ha presentato il programma per i prossimi cinque anni, con una promessa: Cassano tornerà a essere pulita come un tempo già nella prima settimana.

Poi un passaggio veloce sull’ingiustizia subita, sul perché ha voluto iniziare la lettera che porterà personalmente a tutti i cittadini con le parole del compianto Enzo Tortora, e su un commissariamento iniquo che ha lasciato in ginocchio la città.

Per Gianni Papasso sono tante le cose da fare e le illustra programma alla mano. Non la solita “lista della spesa” ma un progetto vero che muove dall’idea di una “nuova rinascita” quella cioè che pone “al centro di ogni ragionamento l’uomo e la promozione della dignità della persona”. Nessun odio e nessun rancore, dunque, nei confronti di chi ha causato tanto dolore a lui e alla sua famiglia, ma solo la voglia di rimboccarsi le maniche per cancellare l’onta di un “commissariamento per mafia” e ridare a Cassano All’Ionio l’immagine che merita e ai cassanesi l’orgoglio di appartenere a questa comunità.

Le liste che sosterranno il candidato Sindaco saranno tre. Papasso non fatto nomi ma ha sottolineato che lavorerà insieme a “una squadra fatta di persone che sacrificano ogni cosa e spesso anche la famiglia, e che ringrazio uno per uno. Così come ringrazio chi, pur non candidandosi ha scelto di starmi accanto spronandomi ancora oggi a fare di più per il bene di questa meravigliosa città, che intendo far rinascere e amare”.

Torna ancora il vecchio “nuovo” adagio coniato da Gianni Papasso: “Cassano caput mundi”. Per il candidato sindaco laCittà delle Terme deve raggi ungere i fasti di un passato glorioso fatto di turismo, artigianato e agricoltura di qualità. Un esempio per tutti il riso di Sibari considerato dagli esperti come il miglior riso d’Italia.

Tutto questo, però, sarà possibile solamente se, si lavora insieme senza più polemiche, senza più attacchi gratuiti o guerre alla persona che di sicuro al territorio non portano giovamento alcuno. Bisogna amare questa terra e credere nella sua rinascita. Sarà un compito arduo? Non importa perché “Più le sfide sono difficili, più mi entusiasmano”.

Papasso, dunque, ha unsa sola certezza e un solo obiettivo: Cassano "deve rinascere". Solo con l’impegno di tutti, però, Cassano potrà tornare a essere una città che cresce e che cambia in meglio. Una città viva, vivibile, capace di rispondere ai bisogni della propria comunità; una città che lavora, cresce e si sviluppa guardando al futuro; una città nella quale è bello vivere, crescere un figlio e apprezzare le tante bellezze storiche e naturali.

È su questa strada che Gianni Papasso chiede ancora una volta la fiducia alle cittadine e ai cittadini cassanesi che vorranno esprimere una scelta responsabile con il loro voto.

Comitato Gianni Papasso Sindaco
Ufficio Stampa
E.Gitto

Scrivi commento

Commenti: 0