· 

A DORIA PRIMO COMIZIO DEL CANDIDATO SINDACO GIANNI PAPASSO: IL VERO CAMBIAMENTO SIAMO NOI

La Piazza principale della Frazione Doria era gremitala la sera del 27 ottobre 2019. Tanta gente si è data appuntamento alle ore 19:00 per ascoltare il primo comizio di Gianni Papasso, candidato a sindaco per il Comune di Cassano All’Ionio da tre liste civiche: “Per amore di Cassano”, “Rinascita”, “La Mongolfiera”.

 

Sul palco con Gianni Papasso sei giovani candidati, tre ragazzi e tre ragazze in rappresentanza delle liste che appoggiano la sua candidatura, a simboleggiare la ripartenza di “una nuova stagione” per Cassano.  

 

Il candidato Papasso, nel suo accorato intervento ha parlato di una nuova stagione che guardi finalmente al futuro con ottimismo, dimenticando un recente passato di cattiva gestione amministrativa e di scioglimenti che hanno umiliato un’intera collettività fatta da gente perbene, ragazzi pieni di talento e speranze, commercianti, imprenditori, professionisti, artisti. Cassano, ha detto il candidato, è una cittadina ricca di potenzialità con un territorio dalle più variegate peculiarità e vocazioni e, perciò, merita un’amministrazione forte, credibile e trasparente. 

 

Introdotto da “La Cambia” - ritmato e significativo brano di Adriano Celentano che inneggia al “cambiamento” già scelto per la passata campagna elettorale - in circa due ore di comizio a braccio, con lo stile appassionato, chiaro, preciso di sempre, ma nuovo perché più pacato, Gianni Papasso ha parlato del banco alimentare da ripristinare, delle strade da ripulire, del servizio di raccolta differenziata rivedere e potenziare, del Centro Storico da rivalutare, del turismo da rilanciare, delle Grotte di Sant’Angelo da riaprire. Il candidato sindaco ha anche parlato di servizi alla persona; di dialogo e sostegno alle attività commerciali e produttive; del cimitero da allargare e di un fumoso “project financing” che riguarda i loculi da capire e, sicuramente da bloccare. 

 

Fondamentale per Papasso anche creare spazi di socializzazione, dedicati ai più piccoli, infatti, ai bambini di Doria che lo ascoltavano sotto il palco, ha fatto una promessa solenne: appena si insedierà nel Palazzo Comunale, avvierà i lavori di ristrutturazione del campo sportivo di Doria. 

È essenziale per il candidato sindaco Gianni Papasso creare le condizioni per una migliore qualità della vita, per fare restare i giovani a Cassano. Ai giovani non bisogna “rubare la speranza”, per questo è necessario creare le condizioni affinché i ragazzi ritornino a sognare e realizzare i loro sogni nel loro territorio.

Nel suo lungo comizio, non sono mancati i riferimenti ai problemi finanziari. A chi gli ha fatto notare che per realizzare tutto ciò che elenca ci vogliono milioni di euro, Papasso ha risposto che è arrivato il momento di intercettare i fondi che l’Europa mette a disposizione dei Comuni.  In che modo? Mettendo insieme, come ha fatto con le liste che lo sostengono, competenze, capacità, efficienza e nuove idee. Questo è alla base della sua visione di organizzazione di una grande squadra per il governo del territorio cassanese. E con una grande squadra è possibile anche intercettare le risorse necessarie per nuovi investimenti atti a fare ripartire ogni settore, assicurando al contempo il rilancio del territorio e servizi e risposte ai tanti fabbisogni dei cittadini.

 Ai competitor, invece, che si presentano come il “nuovo che avanza”, Papasso risponde che la vera novità di questa consultazione elettorale è la sua storia fatta di una solida storia politica, di sacrifici e battaglie. Le tante visioni del programma della coalizione Papasso costituiscono l’unica vera novità di questa consultazione elettorale, una scommessa, una sfida che punta a rivoluzionare non solo il territorio ma anche una mentalità.

Poi, per l’ennesima volta, Papasso ha invitato il candidato sindaco Lombardi ad abbassare i toni, a misurarsi sulle proposte, sulle esperienze, sulla propria squadra, sulla bontà del proprio progetto. Il candidato Papasso su questo ha più volte ha espresso la sua posizione: facciamo in modo che questa sia una campagna elettorale basata sul rispetto e sulla civiltà e non sulla violenza verbale e sulle calunnie. 

Precisi e grintosi anche gli interventi dei candidati che hanno spiegato ai cittadini di Doria i loro progetti per Cassano e perché hanno scelto di mettersi in gioco. Con entusiasmo hanno deciso, ognuno per la sua parte, di dare un contributo per risollevare le sorti di Cassano All’Ionio e, soprattutto, per ridare alla Città delle Terme e alla sua comunità, la dignità e il valore che meritano. 

 

Comitato Gianni Papasso Sindaco

Ufficio Elettorale

Gitto Eleonora

Giornalista - Webmaster

Scrivi commento

Commenti: 0