· 

SYBARIS PATRIMONIO DELL’UNESCO: PER IL CONSIGLIERE NATALYA FRANZESE UNA GRANDE OPPORTUNITÀ PER L’INTERO TERRITORIO

Per il Consigliere di Maggioranza del Comune di Cassano All’Ionio, Natalya Franzese, la candidatura dell’Antica Sybaris a Patrimonio Immateriale dell’Unesco va sostenuta e perseguita  poiché è una grande occasione per l’intero territorio dal punto di vista mediatico, promozionale ed economico. 

 

Nell'accorato intervento che il Consigliere Franzese ha fatto nel Consiglio Comunale del giorno 11 agosto 2020, tra le altre cose ha detto:

 

“Ritengo che sia necessario più che mai per lo sviluppo della nostra terra conoscerne la storia, cogliere il valore delle sue testimonianze archeologiche. Sibari il cui nome è conosciuto in tutto il mondo fu la città più importante, ricca, sfarzosa e popolosa della Magna Grecia, la prima grande città della storia italiana. qui la Grecia diventò magna, qui nacque uno stile di vita definito ancora oggi "sibaritico" raffinato”. 

 

“Per la sua antica storia – ha continuato Natalya Franzese - ed il suo patrimonio culturale, artistico, archeologico e il suo suggestivo paesaggio, racchiuso tra monti e mare, è particolare luogo della memoria storica e, nei secoli, ha affascinato studiosi e viaggiatori di ogni epoca e di ogni luogo.

 

“La vicenda storica, lunga e complessa, di Sibari  è oggi in parte raccontata dagli scavi archeologici e dal Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide che, fra le ricchezze storico-artistiche e paesaggistiche di cui è dotato il nostro  Comune, rappresentano l’eccellenza  ed una grande attrattiva per i turisti”.

 

“L’area archeologica di Sibari – ha sottolineato il Consigliere - è da molti considerata,  a pieno titolo,  patrimonio dell’umanità intera, per la storia importante che rievoca ed  il nome leggendario di Sybaris, che identifica quella vasta porzione di territorio calabrese, che si affaccia sullo Jonio”. 

 

“Il riconoscimento di Sibari patrimonio dell’UNESCO è un’idea che il Sindaco Papasso sta portando avanti da anni e che, subito dopo la sua rielezione, si è preoccupato di rilanciare, sapendo di interpretare il sentimento e il desiderio di riscatto delle popolazioni che abitano  questo stupendo angolo di terra di Calabria, che attende da tempo che si verifichino condizioni di effettivo sviluppo e di crescita civile, economica e culturale”.

 

“Non è un caso se negli ultimi giorni autorevoli personalità del mondo politico, culturale ed anche ecclesiastico hanno sposato questa idea: il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli , il Presidente della Regione Calabria, On. Jole Santelli, le Organizzazioni Sindacali,  il nostro Vescovo, Mons. Francesco Savino, il Presidente della Provincia Iacucci e, non ultimo, l’On. Vittorio Sgarbi”.

 

“Vale la pena impegnarci tutti perché questo, che al momento è un sogno, possa trasformarsi in splendida realtà”.

 

“Il riconoscimento di Sibari Patrimonio dell’UNESCO, infatti, potrebbe arrecare innumerevoli benefici non solo al nostro territorio, ma all'intera Regione, giungendo alla piena valorizzazione e promozione dell’Area Archeologica più vasta della Calabria, con ricadute positive anche sul piano turistico ed economico”.

 

“Non solo, Sibari Patrimonio dell’UNESCO potrebbe significare  fare riemergere una storia antica, che quasi sfiora la leggenda, ma servirebbe a diffondere soprattutto, ponendolo al centro dell’attenzione internazionale, un Luogo unico,  un  modello di polis, una civiltà scomparsa, ancora tutta da scoprire. Con essa al centro ci sarebbe Sibari, Cassano, il territorio della Sibaritide e la Calabria intera”.

 

“Impegniamoci tutti – ha concluso il Consigliere Franzese -,  ognuno per la propria parte, in un’azione corale, a sostegno di questa idea, a sostegno del nostro patrimonio culturale, che rappresenta  ciò che abbiamo ereditato dal passato, che abbiamo l’obbligo di proteggere, custodire, promuovere e valorizzare per trasmetterlo alle future generazioni”.

 

"Mi auguro che questo Consiglio, di cui mi onoro di far parte, possa nella sua interezza, in piena concordia e condivisione, insieme al Sindaco ed all'Amministrazione,  compiere ogni sforzo perché si adottino politiche tese ad assegnare una funzione al nostro patrimonio culturale”.

 

“Noi abbiamo la bellezza dei luoghi e dei nostri paesaggi incontaminati, la cultura, l’arte, la storia, l’archeologia: da qui dobbiamo partire per costruire un futuro migliore per noi e per chi verrà dopo di noi”.  

 

Comunicazione istituzionale

Comune di Cassano All’Ionio

Scrivi commento

Commenti: 0